MERCATO SARACENO, 24 MAGGIO 2020: PIETRO CAPPELLARI NOMINATO DIRETTORE DELLA BIBLIOTECA DI STORIA CONTEMPORANEA “G. COPPOLA” DI PADERNO

Il Dott. Pietro Cappellari è stato nominato Direttore della Biblioteca di Storia Contemporanea “G. Coppola” di Paderno, nel Comune di Mercato Saraceno (FC). Cappellari, noto per le sue ricerche sulla storia della Repubblica Sociale Italiana nell’Italia centrale, autore di numerosi saggi, ha accettato l’incarico il 24 Maggio scorso, nell’anniversario dell’entrata in guerra dell’Italia. Al suo fianco, in qualità di Responsabile della Sala Studio, la Prof.ssa Maria Teresa Merli di Imola.

Da anni, in provincia di Forlì-Cesena, si parla della costituzione di importanti istituti e musei sulla storia del fascismo, con particolare riferimento alla zona di Predappio, la cui Amministrazione ha più volte lanciato idee culturali che, purtroppo, non hanno ancora avuto attuazione (anche se l’annunciato arrivo di fondi pubblici ha attirato enti ed associazioni che nulla hanno a che fare con lo studio della storia del fascismo, organizzazioni che confondono la ricerca storica con la strumentalizzazione antifascista e la militanza politica).

A Paderno, nel Comune di Mercato Saraceno – distante una ventina di chilometri in linea d’aria da Predappio – da alcuni anni si è creato un autonomo polo culturale che fa perno su quattro tesori dell’arte contemporanea, censiti anche tra i “luoghi del cuore” del Fondo Ambiente Italiano: Villa Bondanini (ove è presente lo studio di Arnaldo Mussolini); Villa Teodorani (costruita in stile razionalista da Vito Mussolini); il cimitero ove riposano Arnaldo Mussolini e suo figlio Sandro Italico; la chiesa in stile razionalista (costruita nel 1931 dal Duce in onore del fratello Arnaldo). Nella ex-canonica, grazie all’interessamento dell’Associazione Nazionale Famiglie Caduti e Dispersi della RSI, oggi è stata allestita una importante biblioteca di storia contemporanea.

L’evento rappresenta una svolta nei progetti culturali che investono la provincia e, in particolare, il “settore strategico” che fa perno su Predappio. Dopo anni di annunci, finalmente si è costituito un centro culturale in grado da far da traino all’intera zona.

«È un particolare onore ricoprire questo incarico – ha dichiarato Cappellari – in un territorio così ricco di storia e di valori. La Biblioteca “Coppola” di cui assumo la direzione si farà da subito promotrice di una serie di progetti culturali, in modo da riportare lo studio della storia al centro del dibattito, sbloccando progetti di cui si discute da anni ma ancora non hanno avuto attuazione pratica per i veti imposti dai “gendarmi della memoria”. Bisogna superare questo ostruzionismo dettato dall’ignoranza e dalla paura e costruire insieme un percorso dove le libertà di parola e di ricerca, garantite dagli artt. 3, 21 e 33 della nostra Costituzione, non siano più una illusione. È ora di guardare al nostro passato con serenità e tornare a parlare di storia con il sorriso, senza più odio e strumentalizzazioni di parte».

Questa Estate si concluderanno i lavori di restauro della Chiesa di Paderno e a Settembre è prevista l’inaugurazione ufficiale dell’intero complesso culturale.

Claudio Cantelmo